Percorso flaminia esteso

Percorso flaminia esteso

5
Il ramo chiamato Flaminia nova, parte da Narni, giunge a Interamna Nahars (Terni) e attraverso Spoletium (Spoleto) e Fulginium (Foligno) si ricongiunge a Forum Flaminii. Infine, passato Forum Flaminii e attraversato quindi il Ponte Centesimo (cosi chiamato perché si trova a 100 miglia da Roma), raggiunge Nuceria Camellaria (Nocera Umbra), da dove poi si potrà raggiungere l’Adriatico. Il ramo principale prosegue invece per Tadinum (Gualdo Tadino) per raggiungere infine Ensem (Scheggia). Risulterà interessante e suggestivo ripercorrere questa via così importante e fondamentale nei secoli passati, respirando quell’aria “storica” rapportata però ai giorni nostri e godendo del paesaggio che la natura in tutti i suoi aspetti oggi ci offre. E magari, perchè no, tutto questo è realizzabile proprio con le nostre Vespe ed e-bike!

Cosa vedrai:

Flaminia Nova – Narni

Flaminia Nova – Narni

La zona intorno a Narni era già abitata nel Paleolitico, come attestano i ritrovamenti in alcune delle grotte di cui è composto il territorio. Successivamente, la cittadella rientrò negli interessi di Roma, che la fece assediare e riuscirono a compiere l’impresa. Divenne così colonia romana, e centro strategico lungo la via Flaminia. Benché il centro storico non sia molto grande, c'è tantissimo da vedere durante una passeggiata in città, tra piazze e botteghe, viette e scalinate, scorci panoramici e particolari più suggestivi. Senza contare alcuni luoghi di interesse, forse meno conosciuti ma di grande bellezza, situati proprio nei dintorni della cittadina. Di certo suggestivo è il percorso di Narni sotterranea, un complesso di ipogei riscoperti nel 1977, costituiti da cisterne per l’acqua e da edifici adibiti a differenti usi.
Interamna Nahars - Terni

Interamna Nahars - Terni

Terni è una città tranquilla e la sua storia risale alla civiltà romana; difatti passeggiando per la città si notano le tracce del suo passato antico in mezzo alla modernità che caratterizza la maggior parte della sua architettura. Al di fuori del centro storico troviamo la Basilica di San Valentino, dedicato al patrono della città; per gli amanti dell’altre interessante è la Pinacoteca con opere di Piermatteo d’Amelia. Nei dintorni di Terni, invece da non perdere sono le suggestive Cascate delle Marmore, a pochi chilometri dalla città. La cascata è artificiale e fu realizzata da un console romano. Presenta inoltre un parco vastissimo, dove si può affrontare la giornata con i moltissimi trekking proposti. In provincia di Terni sono consigliabili escursioni alle perle del medioevo umbro come Orvieto, Narni, San Gemini, Piediluco, e la Valnerina.
Spoletium - Spoleto

Spoletium - Spoleto

Spoleto fu uno dei maggiori centri umbri, in posizione dominante sulla valle umbra. Rimangono numerose sepolture ad inumazione con ricchi corredi databili all'VIII-VI secolo a.C. trovate soprattutto nelle necropoli. Divenne colonia romana nel 241 a.C. con il nome di Spoletium e si mantenne sempre fedele a Roma. - La cattedrale di Santa Maria Assunta è il principale luogo di culto cattolico della città di Spoleto. La cattedrale venne costruita a partire tra il 1151 e il 1227 in luogo di un edificio preesistente; per gli amanti dell’arte, al suo interno, vi è il pregevole ciclo di affreschi di Filippo Lippi (Storie della Vergine), uno tra i più grandi artisti della storia italiana. - La Rocca Albornoziana è una fortezza situata sulla sommità del colle Sant'Elia che sovrasta la città di Spoleto. Si tratta del principale baluardo del sistema di fortificazioni fatto edificare da Papa Innocenzo VI, per rafforzare militarmente e rendere più evidente l'autorità della Chiesa nei territori dell’Italia centrale.
Fulginium – Foligno

Fulginium – Foligno

Foligno è una delle città principali dell’Umbria e si trova al centro della Valle Umbra. Qui è dove i due tratti della Flaminia si riunivano. Foligno è il centro commerciale ed industriale più ricco e importante della Valle Umbra e il principale centro di comunicazioni dell'intera regione. Come attestano iscrizioni e tradizioni religiose, il territorio di Foligno fu da sempre abitato da popolazioni umbre e la penetrazione romana avvenne con la realizzazione della via Flaminia. Da non perdere è sicuramente Palazzo Trinci, un edificio patrizio che si trova nel centro di Foligno, in piazza della Repubblica, ed è una delle più interessanti dimore dell'Italia centrale. Contiene un prezioso ciclo di affreschi dei primi del Quattrocento ed ospita la Pinacoteca civica, il Museo archeologico e il Museo multimediale dei tornei, delle giostre e dei giochi. Inoltre, suggestive sono le splendide Cascate del Menotre; all’altezza di Pale il fiume precipita nella vallata sottostante formando tutta una serie di suggestive cascate circondate da una folta vegetazione. Ogni momento è un tuffo nel verde, si gode di pace e di uno splendido paesaggio.